Proseguendo la vostra navigazione su questo sito, accettate l'utilizzo di cookies per offrirti una navigazione ottimizzata, semplici ed efficiente. Avvisi Legali.
 
 

chisiamo.pngL' Associazione AIFVS

supporto.pngAssistenza online
e comunicazione

heart.png Memorie

movie.png Video

attivita.png Attività

GMR_ICON.pngGiornata mond.del Ricordo
delle vittime della strada

IconaArchivio.gif
Archivi del sito

Ultimi opuscoli

Carmen_Gattullo.jpg
 

Sedi AIFVS in Italia

italia.jpg
 

Aderisci All' AIFVS

aderisci.png

Scegli l'AIFVS

5x1000.png

Policy socialnetwork
Policy blog, Forum, Chat, Social network e motori di ricerca.
Avvertenze rischi e condizioni di utilizzo.


Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>


  Numero di utenti 1817 utenti

newsletter AIFVS

Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, iscriviti alla nostra Newsletter .

Prima di inviare questo formulario, vogliate leggere ed accettare gli Avvisi legali.

Accetto :
Copia il codice :
Ricerca personalizzata

Sito ufficiale dell'ass. italiana Familiari e vittime della strada

Comunicato stampa AIFVS  22/09/2019

Bimbo morto in auto a Catania

Legge 1 ottobre 2018 n. 117
Una ulteriore vita spezzata dall’irresponsabile lentezza burocratica

bimboAutoCT.jpg

Legge 1 ottobre 2018 n. 117
Una ulteriore vita spezzata dall’irresponsabile lentezza burocratica
Noi familiari di vittime, che avevamo creduto nell’efficacia della legge dell’1 ottobre 2018, pubblicata il successivo 12 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale, siamo profondamente sconfortati per quanto successo: 
-    un bimbo nato per continuare a vivere, muore perché dimenticato in auto a Catania, 
-    un padre certamente distrutto dai terribili sensi di colpa per non essersi ricordato che sull’auto era rimasto il suo bambino,
-    una legge antiabbandono dei bimbi in auto dell’1 ottobre 2018 non ancora efficace perché perduta nei meandri della burocrazia e delle decisioni europee, a dimostrazione che verso di essa non c’era un reale interesse.
Ci chiediamo quanti esseri umani debbano ancora morire perché sorga la voce della coscienza nei decisori di qualunque livello politico e li spinga a scrutare le loro responsabilità, al fine di garantire i diritti inviolabili della persona.

Giuseppa Cassanti
Presidente AIFVS
 

La strage silenziosa

Ogni anno in Italia scompare un paese di 4000 persone.
Tante sono le vittime delle strade italiane; 300.000 sono i feriti, ed oltre 20.000 i disabili gravi prodotti da questa guerra non dichiarata.
Il parlamento Europeo ha chiesto all’Italia di ridurre del 40% in dieci anni questi numeri. A ciò lo stato italiano ha risposto con un sempre calante presidio del territorio e con un grave ritardo nell’ adeguamento degli organici delle forze dell’ordine e delle norme del Codice della strada.
Dopo ogni incidente grave, inizia un doloroso ed estenuante iter legale che dovrebbe portare alla individuazione delle responsabilità, alla punizione dei responsabili con pene commisurate alla gravità dei loro reati, e ad assicurare alle vittime o ai loro familiari un risarcimento equo. Anche in questo campo l’Italia si distingue negativamente dal resto d’Europa, con una giustizia lenta ed approssimativa, che calpesta continuamente la dignità dell’uomo e quei valori che la nostra costituzione dovrebbe tutelare. I problemi della sicurezza stradale e della giustizia riguardano tutti, nessuno escluso!
Noi ci siamo uniti per fermare la strage ed affermare il diritto alla vita e alla giustizia. Unisciti a noi ! Dai il tuo contributo alla crescita del nostro paese

Le 2 ultime notizie

Una fiaccolata per Antonio Risi - il 03/10/2019 * 16:57

Un padre investito in via dell’Albanella a Torre Maura (Roma) il 6/6/2019 da un pirata della strada e morto il giorno successivo.

Una fiaccolata per Antonio Risi Una fiaccolata per Antonio Risi Una fiaccolata per Antonio Risi

Il 28/9/2019 alle ore 19 ha avuto luogo la fiaccolata in zona Torre Maura per non dimenticare Antonio Risi e per fare luce nella coscienza di chi lo ha ucciso e di coloro che hanno visto cosa è successo.. Restare in silenzio dopo aver visto significa rinunciare alla propria dignità di persona. La nostra Associazione incoraggia a rendere testimonianza per assicurare ad un essere umano verità e giustizia.
Chi ha visto potrà darne notizia alla Polizia Municipale VI Gruppo Torri, via Fernando Conti 101, 00133 Roma, telefono 06.6769.5040 oppure a info@vittimestrada.org

Leggi il seguito Leggi il seguito

Un padre investito in via dell’Albanella a Torre Maura (Roma) il 6/6/2019 da un pirata della strada e morto il giorno successivo.

Una fiaccolata per Antonio Risi Una fiaccolata per Antonio Risi Una fiaccolata per Antonio Risi

Il 28/9/2019 alle ore 19 ha avuto luogo la fiaccolata in zona Torre Maura per non dimenticare Antonio Risi e per fare luce nella coscienza di chi lo ha ucciso e di coloro che hanno visto cosa è successo.. Restare in silenzio dopo aver visto significa rinunciare alla propria dignità di persona. La nostra Associazione incoraggia a rendere testimonianza per assicurare ad un essere umano verità e giustizia.
Chi ha visto potrà darne notizia alla Polizia Municipale VI Gruppo Torri, via Fernando Conti 101, 00133 Roma, telefono 06.6769.5040 oppure a info@vittimestrada.org

Chiudi Chiudi


Premio Luigi Cerrito 3^ edizione - il 25/09/2019 * 18:48

LogoPr.Cerr.jpg

LogoPremioCerrito3ed.jpg

L’associazione “Strada facendo Onlus insieme per Luigi Cerrito” è lieta di invitare la sua scuola a partecipare
alla Seconda edizione del Premio per la sicurezza stradale 2019/2020, intitolato a Luigi Cerrito, figlio, marito e padre napoletano esemplare, travolto in un incidente mortale a Fondovalle Isclero il 28 settembre 2016.

Il Premio gode del gratuito patrocinio della terza, quinta e ottava municipalità, del Comune di Napoli, dell’Associazione  Italiana  familiari  vittime  della  strada,  dell’ACI  Napoli,  della  Federazione  Italiana  dei Maestri del lavoro e dei Lions Club International.
E’ inoltre presente sulla piattaforma Edustrada del Miur tra le iniziative di sensibilizzazione in materia di educazione stradale.

Finalità
Con il Premio si intende sensibilizzare i ragazzi ad una maggiore consapevolezza dei rischi e pericoli della strada, focalizzando l’attenzione sulla prevenzione, il rispetto delle norme e il corretto uso dei dispositivi di sicurezza.

Destinatari e tipologie di elaborati
Il Premio è rivolto a tutte le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.
Gli studenti, in gruppo o singolarmente, dovranno produrre un elaborato che induca a riflettere sulle principali cause di incidenti stradali: - uso del cellulare alla guida; - colpo di sonno improvviso; - assunzione di  alcol  e  droghe;  -  eccessiva  velocità;  -  mancato  rispetto  della  segnaletica  stradale;  -  inutilizzo  dei dispositivi di sicurezza: casco e cintura.
E’ possibile scegliere fra varie categorie di elaborato:

-     Categoria testo: tema, racconto, poesia, etc. (max 3000 caratteri);
-     Categoria grafica: disegni, dipinti, fotografie corredate da una didascalia esplicativa;
-     Categoria prodotti multimediali: video-spot (max 3 minuti), app, videogioco

Modalità di partecipazione

1.   L’elaborato prodotto
2.   La scheda di partecipazione compilata dall’insegnante referente (allegato A)
3.   La liberatoria, se tra i materiali inviati vi sono immagini relativi a minori (allegato B)

andranno inviati in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 1 febbraio 2020  in via telematica all’indirizzo mail mariagrazia.cerrito@pec.it oppure rosanna.cerrito@pec.it con la seguente dicitura: “Elaborato per Premio Luigi Cerrito sulla sicurezza stradale”.

Valutazione

I lavori saranno esaminati da una Commissione di valutazione, presieduta da un esperto in materia di sicurezza. La decisione è definitiva e non appellabile.

Sul sito web e sulla pagina facebook del Premio Luigi Cerrito, oltre che per pec, verranno comunicate le scuole e gli alunni che si aggiudicano il premio.

Premiazione

Tutti i vincitori saranno invitati a partecipare alla cerimonia di premiazione che avverrà presumibilmente presso l’Auditorium dell’ITI G.Ferraris di Scampia.

Saranno premiati:

•   per le Scuole Primarie, i primi tre classificati
•    per le Scuole Secondarie di primo grado, i primi tre classificati
•   Per le Scuole Secondarie di secondo grado, i primi tre classificati. Per ciascuna categoria sono previste le seguenti fasce di premi:
1° classificato: se un singolo, un notebook
se un gruppo, un buono (libri/informatica)
2° classificato: se un singolo, un tablet
se un gruppo, un buono (libri/informatica)
3° classificato: se singolo, una macchina fotografica
se un gruppo, un buono (libri/informatica)
Potranno essere previste ulteriori targhe o riconoscimenti speciali per premiare l’originalità e innovatività delle idee.

Utilizzo degli elaborati

Presentando la domanda di partecipazione si autorizza la pubblicazione degli elaborati a cura degli organizzatori, senza fini di lucro, a scopo puramente divulgativo, conservandone in ogni caso la proprietà intellettuale.

Diffusione dell’iniziativa

Già dalla prima edizione è attivo un sito web ed una pagina  facebook denominata “Premio  per la sicurezza stradale Luigi Cerrito”, aperta al contributo di alunni, genitori, Dirigenti scolastici e di chiunque lo ritenga opportuno.
Nelle scuole polo saranno organizzati incontri con la Polizia stradale, al fine di rendere gli alunni partecipi e protagonisti nel percorso di acquisizione di competenze in sicurezza stradale attraverso metodologie didattiche attive.
Per ulteriori dubbi o informazioni è possibile contattare le referenti dell’iniziativa:

•   Prof. Mariagrazia Cerrito – Mariagrazia.cerrito@pec.it
•   Dott.ssa Rosanna Cerrito – Rosanna.cerrito@pec.it


Napoli, 20 settembre 2019

pdf_icon.gif
Leggi tutto il programma
schede di partecipazione ecc..

Leggi il seguito Leggi il seguito

LogoPr.Cerr.jpg

LogoPremioCerrito3ed.jpg

L’associazione “Strada facendo Onlus insieme per Luigi Cerrito” è lieta di invitare la sua scuola a partecipare
alla Seconda edizione del Premio per la sicurezza stradale 2019/2020, intitolato a Luigi Cerrito, figlio, marito e padre napoletano esemplare, travolto in un incidente mortale a Fondovalle Isclero il 28 settembre 2016.

Il Premio gode del gratuito patrocinio della terza, quinta e ottava municipalità, del Comune di Napoli, dell’Associazione  Italiana  familiari  vittime  della  strada,  dell’ACI  Napoli,  della  Federazione  Italiana  dei Maestri del lavoro e dei Lions Club International.
E’ inoltre presente sulla piattaforma Edustrada del Miur tra le iniziative di sensibilizzazione in materia di educazione stradale.

Finalità
Con il Premio si intende sensibilizzare i ragazzi ad una maggiore consapevolezza dei rischi e pericoli della strada, focalizzando l’attenzione sulla prevenzione, il rispetto delle norme e il corretto uso dei dispositivi di sicurezza.

Destinatari e tipologie di elaborati
Il Premio è rivolto a tutte le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.
Gli studenti, in gruppo o singolarmente, dovranno produrre un elaborato che induca a riflettere sulle principali cause di incidenti stradali: - uso del cellulare alla guida; - colpo di sonno improvviso; - assunzione di  alcol  e  droghe;  -  eccessiva  velocità;  -  mancato  rispetto  della  segnaletica  stradale;  -  inutilizzo  dei dispositivi di sicurezza: casco e cintura.
E’ possibile scegliere fra varie categorie di elaborato:

-     Categoria testo: tema, racconto, poesia, etc. (max 3000 caratteri);
-     Categoria grafica: disegni, dipinti, fotografie corredate da una didascalia esplicativa;
-     Categoria prodotti multimediali: video-spot (max 3 minuti), app, videogioco

Modalità di partecipazione

1.   L’elaborato prodotto
2.   La scheda di partecipazione compilata dall’insegnante referente (allegato A)
3.   La liberatoria, se tra i materiali inviati vi sono immagini relativi a minori (allegato B)

andranno inviati in busta chiusa entro le ore 12:00 del giorno 1 febbraio 2020  in via telematica all’indirizzo mail mariagrazia.cerrito@pec.it oppure rosanna.cerrito@pec.it con la seguente dicitura: “Elaborato per Premio Luigi Cerrito sulla sicurezza stradale”.

Valutazione

I lavori saranno esaminati da una Commissione di valutazione, presieduta da un esperto in materia di sicurezza. La decisione è definitiva e non appellabile.

Sul sito web e sulla pagina facebook del Premio Luigi Cerrito, oltre che per pec, verranno comunicate le scuole e gli alunni che si aggiudicano il premio.

Premiazione

Tutti i vincitori saranno invitati a partecipare alla cerimonia di premiazione che avverrà presumibilmente presso l’Auditorium dell’ITI G.Ferraris di Scampia.

Saranno premiati:

•   per le Scuole Primarie, i primi tre classificati
•    per le Scuole Secondarie di primo grado, i primi tre classificati
•   Per le Scuole Secondarie di secondo grado, i primi tre classificati. Per ciascuna categoria sono previste le seguenti fasce di premi:
1° classificato: se un singolo, un notebook
se un gruppo, un buono (libri/informatica)
2° classificato: se un singolo, un tablet
se un gruppo, un buono (libri/informatica)
3° classificato: se singolo, una macchina fotografica
se un gruppo, un buono (libri/informatica)
Potranno essere previste ulteriori targhe o riconoscimenti speciali per premiare l’originalità e innovatività delle idee.

Utilizzo degli elaborati

Presentando la domanda di partecipazione si autorizza la pubblicazione degli elaborati a cura degli organizzatori, senza fini di lucro, a scopo puramente divulgativo, conservandone in ogni caso la proprietà intellettuale.

Diffusione dell’iniziativa

Già dalla prima edizione è attivo un sito web ed una pagina  facebook denominata “Premio  per la sicurezza stradale Luigi Cerrito”, aperta al contributo di alunni, genitori, Dirigenti scolastici e di chiunque lo ritenga opportuno.
Nelle scuole polo saranno organizzati incontri con la Polizia stradale, al fine di rendere gli alunni partecipi e protagonisti nel percorso di acquisizione di competenze in sicurezza stradale attraverso metodologie didattiche attive.
Per ulteriori dubbi o informazioni è possibile contattare le referenti dell’iniziativa:

•   Prof. Mariagrazia Cerrito – Mariagrazia.cerrito@pec.it
•   Dott.ssa Rosanna Cerrito – Rosanna.cerrito@pec.it


Napoli, 20 settembre 2019

pdf_icon.gif
Leggi tutto il programma
schede di partecipazione ecc..

Chiudi Chiudi


Forum in diretta


Oggetto : Verbale incidente
Buongiorno a tutti, Sono qui per chiedere aiuto in quanto circa 9 mesi fa (Gennaio) ho avuto un brutto incidente stradale: frontale in curva (la vettura che mi è venuta addosso era nella mia parte di carreggiata). Il tutto mi ha procurato alcuni giorni di ricovero e 50 giorni di riposto a casa - avevo diverse ossa rotte Il problema è che ad oggi i vigili non sono ancora in grado di darmi il verbale dell'incidente, dicono che la procura non ha ancora dato loro il nulla osta per la condivisione dei rilievi e degli atti. Ho provato a sentire in procura e mi hanno comunicato che la polizia ha trasferito i vari atti in procura verso metà Luglio e che non sanno darmi un tempo preciso per il rilascio del nulla osta, in quanto il magistrato non lo ha ancora visto... Ovviamente ho sentito un legale (in realtà più di uno) e mi ha detto che senza nulla osta è impossibile proseguire per un eventuale risarcimento danni da parte dell'assicurazione e portare avanti le pratiche. Ma allo stesso tempo mi hanno detto che non è normale che si debba aspettare così tanto per il solo nulla osta, i tempi dovrebbero essere 3/4 mesi massimo dall'incidente. Sinceramente non so più cosa fare, ho avuto molte spese mediche, ho dovuto comprarmi un auto nuova mentre sto ancora pagando la vecchia e qui nessuno è in grado di fare nulla. Mi trovo in difficoltà e ogni volta che vado sia dai vigili che in procura non sanno cosa dirmi. Quindi vi domando è normale che si debba aspettare tutto questo tempo? Grazie a chi mi risponderà ...
02/10/2019 * 13:13
(con chronocox)
 
 

Facebook

Leggere il seguito Leggi il seguito

Twitter

Leggere il seguito Leggi il seguito

Chiudi Chiudi

Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus  (AIFVS onlus) - sito ufficiale
©​Copyright   tutti i diritti riservati by Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus (A.I.F.V.S. onlus) 
Sede operativa Via A.Tedeschi, 82 - 00157 Roma Tel. 06/41734624 - fax 06/81151888 - cell. 340/9168405; 
Codice. Fiscale 97184320584

Webmaster Giorgio Giunta  
im_off.gif  info@vittimestrada.org
PECpec.png  aifvsonlus@pec.it