Sei qui: Home » News siti amici » News TGCOM
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

News siti amici - News TGCOM

Tgcom24


Tgcom24 contents


(24/10/2021 • 01:31)

(24/10/2021 • 00:00)

(23/10/2021 • 23:08)

(23/10/2021 • 22:26)

(23/10/2021 • 21:30)

(23/10/2021 • 20:45)

(23/10/2021 • 20:33)

(23/10/2021 • 18:43)

Sparatoria in un'azienda di pneumatici nel Reggiano: un morto 

La vittima era un dipendente dell'azienda, la Dante Gomme. I carabinieri, chiamati da alcune persone che avevano sentito gli spari, sono intervenuti poco dopo l'omicidio, avvenuto intorno alle 15. La pattuglia ha bloccato il presunto omicida, sfilandogli l'arma, ma non è chiaro se ci siano altre persone coinvolte.

 

Le indagini si stanno concentrando sul proprietario della ditta, Dante Sestito, che secondo le testimonianze raccolte sarebbe la persona che ha premuto il grilletto. Silipo aveva lavorato nell'azienda fino a circa un mese fa, come operaio. Poi il rapporto di lavoro si era interrotto, per motivi che sono al vaglio degli investigatori. Sabato pomeriggio Silipo era tornato alla ditta per un incontro, forse un chiarimento, a cui hanno partecipato anche parenti di entrambi. Un'ipotesi è che il clima sia sia surriscaldato e Sestito abbia quindi estratto la pistola e fatto fuoco. E' da chiarire se si sia successo con modalità che fanno pensare a un'esecuzione. A quel punto qualcuno è  scappato, qualcun altro intanto ha attirato l'attenzione di due carabinieri che con una pattuglia stavano passando nei dintorni. Sestito si è arreso. 

 

L'azienda era rimasta coinvolta in una maxi-inchiesta, chiamata "Billions", su un'associazione per delinquere che faceva profitti grazie alle fatture false, con un'udienza fissata nei prossimi giorni anche per il figlio, Antonio Sestito, imputato insieme ad altre 190 persone. Qualche anno fa la Dante Gomme aveva subito un attacco a colpi d'arma da fuoco.

 

Anche la vittima aveva avuto problemi con la giustizia: a metà del 2020 era stata arrestato insieme ad un'altra persona per un'attività di spaccio di cocaina, con la base in un garage nel paese di Gualtieri. Era stata sequestrata cocaina e il materiale per confezionarla.

Leggi di più

(23/10/2021 • 17:59)

Covid, 3.908 nuovi casi su 491.574 tamponi e altri 39 decessi 

 

Gli attualmente positivi al Covid in Italia sono 74.016, secondo i dati del ministero della Salute, sono 287 in più nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi sono 4.737.462, i morti 131.802. I dimessi e i guariti sono invece 4.531.644, con un incremento di 3.579 rispetto a ieri.

 

Leggi di più

(23/10/2021 • 17:28)

(23/10/2021 • 17:25)

Coronavirus, la situazione dei contagi in Italia: la mappa e i grafici interattivi 



Tutti i numeri del contagio
 

 

La situazione in Italia, regione per regione

 

Rapporto tra persone sottoposte a tampone e contagi rilevati

 

La pressione sulle terapie intensive (dati in %)

 

Deceduti e terapie intensive, la variazione nelle 24 ore

 

Contagi, guarigioni e decessi: l'andamento giorno per giorno

 

Nuovi contagi, attualmente positivi, guarigioni e decessi

 

 

Se non visualizzi i grafici clicca qui

 

 

Leggi di più

(23/10/2021 • 17:00)

Pedopornografia e prostituzione minorile: arrestato noto professionista di Crema 

A marzo dello scorso anno Crotti aveva creato una Onlus per raccogliere fondi a sostegno di ospedali ed enti impegnati nella lotta contro il coronavirus, ma secondo la Procura di Cremona, che l'ha iscritto nel registro degli indagati per associazione a delinquere, avrebbe sottratto 250mila euro dalle casse dell'associazione. Proprio nel corso delle indagini su questo episodio, gli investigatori hanno sottoposto ad analisi approfondite i dispositivi informatici sequestrati al 55enne.

 

Dalle analisi è emersa una fitta rete di contatti con diverse persone, alcune delle quali minorenni, con le quali, oltre allo scambio di materiale pornografico, sarebbero stati consumati anche atti sessuali. In particolare, secondo la stampa locale, una delle persone coinvolte nell'inchiesta sulla sottrazione di fondi alla Onlus (le sarebbero stati affidati lavori pagati con il denaro dell'associazione) avrebbe raccontato agli inquirenti di aver avuto con il professionista un rapporto non esclusivamente lavorativo, ma di aver avuto rapporti sessuali con Crotti quando era ancora minorenne.

 

Un racconto che gli inquirenti hanno ritenuto fondato soprattutto dopo l'analisi di computer e smartphone sequestrati. Tanto che per i magistrati, secondo quanto riferisce la Provincia di Cremona, l'arresto è l'unica misura in grado di "contenere la spinta criminale (di Crotti) , estremamente elevata , se si considera la durata nel tempo delle condotte criminose poste in essere e l'assoluta assenza di autocontrollo". Infatti, la "ricerca di minori da utilizzare per il soddisfacimento delle proprie pulsioni sessuali ha avuto luogo in ogni occasione utile, senza sosta e senza alcun tipo di limitazione, addirittura con il tentativo dell'indagato di ingaggiare altri soggetti che facessero da intermediari per l'adescamento di altri minori, a cui corrispondeva una vera e propria provvigione per l'attività di mediazione".

 

Crotti, secondo gli inquirenti, avrebbe avuto anche un tariffario per la compravendita di materiale pedopornografico: una semplice foto di un minore nudo, ad esempio, era quotata tra i 5 e i 7 euro, ma la cifra poteva salire in caso di richieste più pruriginose: 50, 70 o 150 euro a seconda del tipo di materiale.

Leggi di più

(23/10/2021 • 15:53)

Pieve Fosciana, cercasi assessora: tutte rifiutano e il sindaco pubblica un bando ufficiale per le cittadine 

Non si tratta solo di una questione di sensibilità al tema, a imporlo è la legge sulla parità di genere. Il primo cittadino -  alla guida della lista di centrosinistra Unione democratica - ha annunciato la pubblicazione del bando durante la seduta consiliare di insediamento, nel corso della quale Angelini ha sottolineato la volontà di rispettare la parità di genere all'interno della giunta. Al momento, questa è composta da soli uomini: il sindaco, il vicesindaco e un assessore. 

 

 

Il decreto legislativo n. 267 del 2000, all'articolo 46, comma 2, prevede infatti che "il sindaco e il presidente della provincia nominano, nel rispetto del principio di pari opportunità tra donne e uomini, garantendo la presenza di entrambi i sessi, i componenti della giunta".

 

In realtà, nell'orbita del Consiglio comunale del piccolo paese ci sarebbero dei nomi femminili: Anna Rita Fiori e Serena Biagioni, appena elette, più altre due donne che erano candidate nella lista a sostegno di Angelini, ma che non sono riuscite a entrare. Secondo quanto trapelato, tutte e quattro avrebbero deciso di non accettare il ruolo in giunta per motivi personali. 

 

Il primo cittadino ha pensato quindi di rivolgersi altrove e lo ha fatto attraverso un bando ufficiale - con specifici requisiti - aperto alle "cittadine di Pieve Fosciana, con senso di appartenenza alle idee dell'amministrazione e di condivisione del suo programma". 

 

Intanto, per valorizzare il genere femminile, Angelini ha annunciato che verrà riformato il regolamento con la previsione della nomina del presidente del Consiglio comunale e sempre una donna è stata nominata Presidente. La scelta è ricaduta sulla stessa Fiori che aveva rifiutato il ruolo in giunta.

 

Leggi di più

(23/10/2021 • 15:52)

(23/10/2021 • 14:51)

Attacco hacker alla Siae, anche Al Bano tra i ricattati 

L'inchiesta va avanti. Secondo gli investigatori, la password degli amministratori di rete della Siae sarebbe stata condivisa da una trentina di persone. Intanto Mogol, presidente della Società italiana autori ed editori, ribadisce con fermezza: "Ci mancherebbe che pagassimo alcun riscatto".

Leggi di più

(23/10/2021 • 14:46)

Green pass, un milione di lavoratori senza certificazione 

L'86% della popolazione italiana sopra i 12 anni ha ricevuto la prima dose di vaccino, ma con il ritmo attuale servirebbe più di un mese per tagliare il traguardo del 90%. Alcune regioni vanno con un passo spedito, altre abbassano la media nazionale.

Leggi di più

(23/10/2021 • 14:40)

(23/10/2021 • 13:48)

(23/10/2021 • 13:21)

(23/10/2021 • 12:54)

Ultimo aggiornamento: 24/10/2021 &b000000SundaySunday; 05:20